L'erba cipollina: la coltivazione e i suoi usi in cucina

Usi in cucina

L'erba cipollina è una pianta aromatica particolarmente diffusa nella cucina mediterranea che nonostante il nome, fa parte della grande famiglia dell'aglio. Il suo aroma in realtà, ricorda la cipolla e il suo sapore è delicato, leggermente piccante e per tale motivo spesso è coltivata e tagliata al bisogno per insaporire e aromatizzare molti piatti, dalle verdure alla carne. Grazie alle sue proprietà antisettiche e depurative, viene utilizzata anche in casa e in erboristeria per uso curativo o come medicamento.

Caratteristiche

Per quanto riguarda le sue caratteristiche botaniche l'erba cipollina si caratterizza per un'altezza variabile, ma comunque contenuta, fra i 15 e i 50 centimetri ed è una pianta a bulbo rustico. La sua forma richiama un piccolo arbusto molto fitto, con foglie filiformi che crescono in altezza e bellissimi fiori dai toni violacei.

La coltivazione

L’erba cipollina è una pianta che non necessita di molte cure e garantisce buoni risultati di crescita sia in orto che in vaso, poiché la sua natura rustica ne permette una buona adattabilità, fatta eccezione per i climi troppo rigidi sia sull’estremo del caldo che del freddo.

Qualora si optasse per il vaso la pianta può essere coltivata sul balcone o svernata in casa; in quest’ultimo caso però è importante tenerla su un davanzale luminoso e innaffiarla regolarmente.

Ai fini della coltivazione la predisposizione del contenitore è fondamentale: sul fondo si deve predisporre un letto di ghiaia, cocci ma anche delle palline di argilla per favorire il rapido deflusso dell’acqua. Successivamente si deve riempire con un terriccio morbido, drenato, arricchito con compost e possibilmente ben arieggiato. Per raggiungere questo obiettivo, è utile smuovere adeguatamente il terreno prima della semina. In giardino, invece, si può ricorrere a una blanda vangatura.

L’erba cipollina si coltiva normalmente a partire dai semi, sia direttamente in dimora che tramite semenzaio, dalla fine di febbraio. Questa avviene a spaglio, con un successivo diradamento allo spuntare dei germogli, qualora lo si ritenga necessario. In autunno, invece, si dividono i cespi. Solitamente è pronta all’utilizzo tra le 10 e le 15 settimane dalla semina o, in alternativa, quando il fusto raggiunge un’altezza sufficiente per il consumo.

Normalmente dell’erba cipollina si usano le foglie, fragranti e croccanti, che si possono raccogliere tutto l’anno recidendole alla base; si consumano fresche, ma possono anche essere surgelate; l’importante è non essiccarle, in quanto perderebbero tutte le proprietà nutritive, oltre che il sapore.

  • Creato il .


© 2019 Primula Gialla srl. Tutti i diritti riservati. Design by Start Informatica Srl